mercoledì 22 aprile 2009

biutiful gamers

A tuttX
sto organizzando con altre persone questa iniziativa
Siete chiaramente tutti invitati, sarà interessante soprattutto per chi non conosce il film... ma anche per chi lo ha visto, ci sarà la regista e gli autori della colonna sonora suoneranno con strumenti stravaganti autocostruiti...
flascox

30 aprile 2009
BIUTIFUL GAMERS
Zona Rischio - via di Pietralatella (senza numero civico)

ore 20,30 proiezione del film BIUTIFUL CAUNTRI
#Come in un reportage di guerra si racconta
la violenza sotterranea ed invisibile delle ecomafie

# Menzione speciale al Torino Film Festival
# Nastro d'argento 2005 come miglior documentario


A seguire
Riflessioni con
-Esmeralda Calabria e Peppe Ruggiero (autori del film)
Partecipano:
-SdL AMA
-Coordinamento contro l'inceneritore di Albano
-Rete regionale rifiuti

Ore 22,30 concerto
GAMERS IN EXILE
Autori della colonna sonora del film
http://www.myspace.com/gamersinexile

mercoledì 8 aprile 2009

Terremoto in Abruzzo

Ciao a tutt@
Io domani ho intenzione di fare un po' di spesa da inviare in Abruzzo.
Ci sono centri di raccolta in diversi posti in città., almeno fino a venerdì.
Se qualcuno vuole contribuire mi faccia sapere, posso anticipare io.
AGGIORNAMENTO
Preso:
10 pacchi pannolini (x22 pezzi ciascuno)
2 pacchi teli (x 10 pezzi ciascuno)
10 pacchetti di salviettine igieniche
7 confezioni di omogeneizzati (X 4 barattoli ognuna)
numero imprecisato di pappine alla frutta
+ giochi vari
Il tutto consegnato ieri sera ai Magazzini Popolari di Casalbertone, che partecipano al campo allesito a S. Biagio, a 7 km da L'Aquila.

393 9120085
flasco74@yahoo.it
Flask

mercoledì 1 aprile 2009

Il 4 aprile funerale in piazza.


L'iniziativa è stata delle più deprimenti. Ad una bella manifestazione, partecipata da circa 1 milione di persone che hanno sfilat
o nell'estrema speranza di veder cambiare direzione il vortice di merda che sembra destinato a portarci al fondo, corrispondeva l'assurda calma serafica del maziano Epifani che gettava acqua dal palco a spegnere quelle fiammelle di bandiere rosse al vento. Una siringata letale e ultima di morfina nei coglioni del popolo dei lavoratori, degli immigrati, dei precari e degli studenti, che vedrebbero volentieri lui e l'altro campione delle conquiste dei lavoratori (W) , come tutta la dirigenza del sindacato, andare finalmente a fare volontariato in Africa, possibilmente nelle zone più colpite dalla malaria, lasciando le poltrone a qualcuno di quegli operai colpiti dai recenti licenziamenti. Confideremmo nel senso di moderazione e di fraterna concertazione che tali compagni operai mostrerebbero nelle trattative (ma le trattative non si fanno dopo le lotte?) con il padronato e il governo.
Mai come ora è stato chiaro a tutti, che i più fedeli esecutori delle direttive del governo, per la dismissione della CGIL come sindacato padronale dalla definizione degli accordi tra le parti sociali, sono i sindacalisti stessi. Ringraziamo pertanto il partito dei Parlamentari di destra e sinistra, come dei giornalisti di destra e sinistra, come degli industriali di destra e sinistra, di aver aggiunto un altro successo alla già lunga lista di obiettivi che Licio Gelli in anni non sospetti aveva proposto come necessari all'applicazione della rinascita della democrazia in Italia: la dismissione dei sindacati confederali.
"

3) Per quanto concerne i sindacati la scelta prioritaria è fra la sollecitazione alla rottura, seguendo cioè le linee già esistenti dei gruppi minoritari della CISL e maggioritari dell'UIL, per poi agevolare la fusione con gli autonomi, acquisire con strumenti finanziari di pari entità i più disponibili fra gli attuali confederati allo scopo di rovesciare i rapporti di forza all'interno dell'attuale trimurti.

Gli scopi reali da ottenere sono:

a) restaurazione della libertà individuale nelle

fabbriche e aziende in genere per consentire l'elezione dei consigli di fabbrica con effettive garanzie di segretezza del voto;

b) ripristinare per tale via il ruolo effettivo del sindacato di collaboratore del fenomeno produttivo in luogo di quello illegittimamente assente di interlocutore in vista di decisioni politiche aziendali e governative.

Sotto tale profilo, la via della scissione e della successiva integrazione con gli autonomi sembra preferibile anche ai fini dell'incidenza positiva sulla pubblica opinione di un fenomeno clamoroso come la costituzione di un vero sindacato che agiti la bandiera della libertà di lavoro e della tutela economica dei lavoratori. Anche in termini di costo è da prevedere un impiego di strumenti finanziari di entità inferiori all'altra ipotesi."(piano di Rinascita democratica)






Prove del Bloco de Roma!

4 APRILE 2009

CASALE MICHELE TESTA - VIALE FILIPPO DE PISIS 1 (TOR SAPIENZA)

ORE 10-14

Amici del Bloco,

in questi giorni ci siamo organizzati meglio per riuscire a fronteggiare nuovi progetti e per rilanciare le attività del Bloco. Ci siamo divisi i compiti: chi si occupa della produzione, chi della comunicazione, chi della didattica, ecc. Cerchiamo di costruire una buona struttura che possa coordinare le bande romane in un progetto più grande di ognuna di loro. Quindi capiterà che non sempre troverete tutti i direttori assieme: quelli che non vedrete stanno comunque lavorando per il bloco, risolvendo questioni ben più spinose di un ritmo brasiliano. Questo perché è importante tentare di far nascere a Roma una realtà popolare più che un semplice gruppo di percussionisti. Non vediamo l’ora che arrivi il caldo per fare delle prove aperte in luoghi che ci daranno una buona visibilità. Accanto a noi verrà gente a danzare, non professionisti ma persone che si vorranno divertire approfittando dei bei ritmi che nel frattempo avremo costruito. Danze, canti, fiati, ognuno avrà spazio. E’ quello che accade in ogni prova in Brasile: da un lato la banda, dall’altra i danzatori, i fiati in un altro, i cantanti a dirigere. E’ un bell’obiettivo perché nascerà dalla gente della nostra città. Ora per ammaliarli un po’ abbiamo bisogno di ritmi e percussionisti già formati come voi. Presto apriremo dei corsi per reclutare nuove leve.

Il 4 aprile al casale Michele Testa, sede di sambamarea, viale Filippo De Pisis 1 (Tor Sapienza), dalle 10 alle 14 presenteremo un samba-reggae, ma anche una nuova didattica che vi offrirà il meglio delle varie scuole di roma. Accanto ai ritmi cureremo le tecniche di esecuzione, il coordinamento del corpo, risveglieremo tutte le capacità necessarie non solo a suonare ma a coinvolgere la gente che ci vedrà sfilare. Preparatevi quindi a una prova nuova, mettetevi in gioco, invitate gli amici a vedere. E venite sportivi, che si fa pure riscaldamento!

La prova è solo un esempio della nuova organizzazione del Bloco de Roma. L’idea di strutturarci al meglio delle nostre possibilità è dovuta anche al fatto che abbiamo un progetto importante da portare avanti con Sambitalia. Contando su una buona struttura alle spalle, ogni scuola romana non avrà necessità di coordinarsi singolarmente con Sambitalia, i compiti saranno alleggeriti per tutti. Così potremo prendere due piccioni con una fava: il Bloco de Roma e la possibilità di andare a Rio con Sambitalia. Mica male, no?

Dateci una mano allora, offrite la vostra disponibilità al Bloco, che siate percussionisti o contabili, cantanti o organizzatori, c’è bisogno di tanta gente. Costruiamo le basi per far nascere una realtà popolare che vada avanti da sé! Non sarà facile, come sempre. Ma in cambio non vi diamo solo il Bloco, c’è pure la speranza di Rio de Janeiro!

Os mestres