venerdì 27 settembre 2013

Escursione sul massiccio della Majella -Campo di Giove AQ

Ci siamo appoggiati al comodo campeggio di Campo di Giove (Camping Orsa Minore), gestito in modo attento alla sostenibilità e ospitale verso i cani. Vista la nostra età avanzata abbiamo optato per un appartamento con vari comodi posti letto per circa 20 euro/notte a testa.
La mattina del sabato sveglia alla buon ora ma il lento risveglio del paese ha ritardato la nostra colazione e la preparazione di panini imbottiti che hanno dovuto aspettare l'apertura dei primi negozi.
A questo punto s'erano fatte le 10 quando ci siamo incamminati da una strada bianca che risale le falde della montagna, a circa 1,5 km a sud del paese.


Incamminandoci in salita attraverso la faggeta abbiamo osservato le piante più a valle colpite da aggressivi parassiti che hanno deposto le uova dentro il tessuto della foglia (il responsabile è un dittero, mikiola fagi). 

 




Le vette che si osservano in lontananza sono quelle che più avanti vedremo davanti e più in basso di noi.
























Ecco che dopo una pausa sulle panche del rifugio, purtroppo chiuso,
ci siamo rimessi in cammino per una sella a  quota 2022.
La salita fuori sentiero, il percorso è segnato da cumuli di sassi o da segni bianchi e rossi del sentiero CAI principale ma non è battuto e ci si inerpica sui ginepri.








Abbiamo gustato i nostri panini casarecci all'ombra di un piccolo abete e  con calma dopo il pasto abbiamo raggiunto una grossa pietra su

cui abbiamo deciso di tornare. Il panorama era davvero splendido, a perdita d'occhio non si vedeva segno di abitazioni